Demostene rinnova il Quality Label ESC

Siamo lieti di annunciare che il nostro Centro Studi ha rinnovato anche la prossima programmazione il  Quality Label nell’ambito del programma ESC (European Solidarity Corps). . IT european_solidarity_corps_LOGO_CMYKIl programma ESC sostituisce l’azione di Servizio Volontariato Europeo (SVE) promossa dal Programma Erasmus+.

Questo ci consente di offrire ai giovani la possibilità di svolgere un periodo di volontariato all’estero e di redigere e coordinare progetti di volontariato europeo anche per altri enti di accoglienza presenti sul territorio. Continua a leggere

Il nostro impegno per le Competenze chiave di Cittadinanza

Secondo gli ultimi dati Eurostat  la disoccupazione giovanile in Italia è salita al 42% mentre il tasso di disoccupazione generale è quasi al 13%.

apprendimentoI molti sforzi compiuti per anni nel settore dell’educazione e della formazione, dunque,  non sono serviti a frenare durevolmente l’aumento della disoccupazione in Europa (basti pensare ai milioni di euro spesi per alimentare gli Enti di formazione, che nutrono se stessi senza produrre un reale impatto e una ricaduta occupazionale sui nostri territori). Continua a leggere

YES YOUTH CAN! Uno scambio in Turchia

Il nostro Centro Studi in collaborazione con Koinè sta cercando 7 giovani motivati dai 20 ai turchia 30 anni per partecipare ad uno scambio interculturale, finanziato dal programma Erasmus plus, sul tema della disoccupazione giovanile. Per candidarsi è necessario inviare CV e lettera motivazionale in Inglese entro il 31 Dicembre a demostenecentrostudi@gmail.com e gianfrancogatti@gmail.com. Bisogna specificare nel CV se attualmente si è occupati o disoccupati, il gruppo infatti dovrà essere eterogeneo. Di seguito i dettagli Continua a leggere

Tempo di disseminazione

Si è concluso lo scambio interculturale “BENEATH THE MASK” realizzato1620838_10204087884131508_1412690293920791373_n in Grecia dall’associazione YMC. lo scambio ha visto la partecipazione di 24 ragazzi provenienti da Italia, Croazia, Romania e Grecia. I partecipanti hanno avuto la possibilità di confrontarsi tra loro ed esprimere se stessi attraverso un teatro sperimentale fatto di danza, coreografie, dialoghi, canzoni e giochi. Il tutto si è concluso con una performance pubblica presso il teatro di Epivadros Nea apprezzatissima dalla comunità locale.