Perché l’euro ha bisogno di politiche redistributive. La proposta di Philippe Van Parijs

Le recenti strategie messe in atto dalla BCE per stabilizzare l’euro, come anche le nuove richieste provenienti dalle “periferie” europee per politiche economiche oltre l’austerità, rendono attuale più che mai la domanda circa i cambiamenti necessari affinché l’unione Philippe-Van-Parijs per Demostenemonetaria ritorni a essere un elemento di integrazione e non rappresenti, come è ormai nell’immaginario di molti, un gioco in cui in pochi ci hanno guadagnato ed in molti perso.

Confrontando le caratteristiche dell’Eurozona con l’unione monetaria statunitense basata sul dollaro, Philippe Van Parijs ha proposto una strategia da lui stesso definita “quasi-americana” per la moneta unica europea. Una strategia che richiede un incremento significativo dei trasferimenti compensativi tra gli stati europei. La sua proposta consiste in un eurodividendo da distribuire periodicamente a ciascun residente europeo e finanziato attraverso una quota dell’imposta sul valore aggiunto. Continua a leggere

Annunci