Sperimentare la redistribuzione incondizionata della ricchezza? Le difficoltà sono più culturali che economiche.

Avete sentito? In Finlandia sono diventati tutti matti! Pensano di essere in Kirghisia! Come perché? Perché c’è qualcuno (il governo del primo ministro Juha Sipila)Reddito per tutt che sta pensando seriamente che il miglioramento delle condizioni di vita delle persone debba essere il primo obbiettivo dell’azione politica; perché c’è qualcuno che pensa che il lavoro non sia un fine in sé, ma qualcosa che può diventare una scelta di vita; perché c’è qualcuno che pensa che le persone siano la vera ricchezza di una nazione e che il Welfare state sia una grande conquista di civiltà che rappresenta una della massime forme di legame sociale in una comunità; perché c’è qualcuno che pensa che mettere le persone in grado di esercitare la propria libertà non sia un costo ma un investimento nel progresso umano. Continua a leggere

Annunci

Insicurezza economica, mafia e la soluzione di un reddito garantito

Qual è la vera forza di ogni movimento mafioso e ogni malaffare? Fenomeni così complessi non possono essere ridotti ad una sola ragione: l’ambiente familiare e sociale, codici di onore e comportamento, la mancanza di una valida educazione alla legalità, la mancanza di rispetto per la vita e la disperazione umana, sono tutte concause della resistenza del crimine organizzato. libera-reddito-sel-brescia
Ma anche volendosi ribellare, come è possibile farlo quando non esistono autentiche alternative a quella di chinare la testa? Continua a leggere

I soldi “rendono le persone crudeli”. La necessità della giustizia distributiva

C. Del Bò, E. Murra, Per un reddito di cittadinanza. Perché dare soldi a Homer Simpson e ad altri fannulloni, GoWare, Firenze 2014 – ebook e print-on-demand
http://www.goware-apps.com/per-un-reddito-di-cittadinanza-corrado-del-bo-ed-emanuele-murra/

Recensione di Luca Valente

libro emaChe cos’hanno in comune il Partito Radicale, Rifondazione Comunista ed il Movimento 5Stelle? La risposta è abbastanza facile ed attuale. Tutti e tre i partiti, anzi i due partiti ed il movimento, hanno ciclicamente proposto al Parlamento di votare per l’istituzione del reddito di base in Italia. Scrivo ciclicamente in quanto la risposta ricevuta dagli altri servitori dei cittadini è stata no, no, no. Ostinatamente, dagli anni ottanta ad oggi c’hanno provato e riprovato, ma niente. Continua a leggere

Perché l’euro ha bisogno di politiche redistributive. La proposta di Philippe Van Parijs

Le recenti strategie messe in atto dalla BCE per stabilizzare l’euro, come anche le nuove richieste provenienti dalle “periferie” europee per politiche economiche oltre l’austerità, rendono attuale più che mai la domanda circa i cambiamenti necessari affinché l’unione Philippe-Van-Parijs per Demostenemonetaria ritorni a essere un elemento di integrazione e non rappresenti, come è ormai nell’immaginario di molti, un gioco in cui in pochi ci hanno guadagnato ed in molti perso.

Confrontando le caratteristiche dell’Eurozona con l’unione monetaria statunitense basata sul dollaro, Philippe Van Parijs ha proposto una strategia da lui stesso definita “quasi-americana” per la moneta unica europea. Una strategia che richiede un incremento significativo dei trasferimenti compensativi tra gli stati europei. La sua proposta consiste in un eurodividendo da distribuire periodicamente a ciascun residente europeo e finanziato attraverso una quota dell’imposta sul valore aggiunto. Continua a leggere

Reddito di base incondizionato 2015: un anno di incontri e conferenze

 

Dopo un 2013 e un 2014 di costante semina, con il raggiungimento in Svizzera delle firme necessarie per un referendum sul reddito incondizionato di cittadinanza e la grande mobilitazione dell’Iniziativa dei Cittadini europeibi make poverty history 2 per il reddito di base incondizionato, che ha raccolto moltissime firme (sebbene non il milione necessario) il 2015 si presenta come un anno in cui curarsi di questi semi, per non far perire, ma anzi accrescere il dibattito e il Continua a leggere