Il nostro impegno per le Competenze chiave di Cittadinanza

Secondo gli ultimi dati Eurostat  la disoccupazione giovanile in Italia è salita al 42% mentre il tasso di disoccupazione generale è quasi al 13%.

apprendimentoI molti sforzi compiuti per anni nel settore dell’educazione e della formazione, dunque,  non sono serviti a frenare durevolmente l’aumento della disoccupazione in Europa (basti pensare ai milioni di euro spesi per alimentare gli Enti di formazione, che nutrono se stessi senza produrre un reale impatto e una ricaduta occupazionale sui nostri territori). Continua a leggere

Insicurezza economica, mafia e la soluzione di un reddito garantito

Qual è la vera forza di ogni movimento mafioso e ogni malaffare? Fenomeni così complessi non possono essere ridotti ad una sola ragione: l’ambiente familiare e sociale, codici di onore e comportamento, la mancanza di una valida educazione alla legalità, la mancanza di rispetto per la vita e la disperazione umana, sono tutte concause della resistenza del crimine organizzato. libera-reddito-sel-brescia
Ma anche volendosi ribellare, come è possibile farlo quando non esistono autentiche alternative a quella di chinare la testa? Continua a leggere

I soldi “rendono le persone crudeli”. La necessità della giustizia distributiva

C. Del Bò, E. Murra, Per un reddito di cittadinanza. Perché dare soldi a Homer Simpson e ad altri fannulloni, GoWare, Firenze 2014 – ebook e print-on-demand
http://www.goware-apps.com/per-un-reddito-di-cittadinanza-corrado-del-bo-ed-emanuele-murra/

Recensione di Luca Valente

libro emaChe cos’hanno in comune il Partito Radicale, Rifondazione Comunista ed il Movimento 5Stelle? La risposta è abbastanza facile ed attuale. Tutti e tre i partiti, anzi i due partiti ed il movimento, hanno ciclicamente proposto al Parlamento di votare per l’istituzione del reddito di base in Italia. Scrivo ciclicamente in quanto la risposta ricevuta dagli altri servitori dei cittadini è stata no, no, no. Ostinatamente, dagli anni ottanta ad oggi c’hanno provato e riprovato, ma niente. Continua a leggere

Perché l’euro ha bisogno di politiche redistributive. La proposta di Philippe Van Parijs

Le recenti strategie messe in atto dalla BCE per stabilizzare l’euro, come anche le nuove richieste provenienti dalle “periferie” europee per politiche economiche oltre l’austerità, rendono attuale più che mai la domanda circa i cambiamenti necessari affinché l’unione Philippe-Van-Parijs per Demostenemonetaria ritorni a essere un elemento di integrazione e non rappresenti, come è ormai nell’immaginario di molti, un gioco in cui in pochi ci hanno guadagnato ed in molti perso.

Confrontando le caratteristiche dell’Eurozona con l’unione monetaria statunitense basata sul dollaro, Philippe Van Parijs ha proposto una strategia da lui stesso definita “quasi-americana” per la moneta unica europea. Una strategia che richiede un incremento significativo dei trasferimenti compensativi tra gli stati europei. La sua proposta consiste in un eurodividendo da distribuire periodicamente a ciascun residente europeo e finanziato attraverso una quota dell’imposta sul valore aggiunto. Continua a leggere

Un pomeriggio di riflessione sulla pace

Pace movimento in-attivoNella giornata di Lunedì 29 Dicembre 2014 ore 16.30 presso la Sala Flora di Palazzo
Imperiali, DEMOSTENE Centro Studi per la promozione dello Sviluppo Umano terrà un Convegno dal titolo

“PACE: MOVIMENTO IN-ATTIVO?
Critica, Riflessione e rilancio del Movimento per la Pace”

Si tratta di un evento particolarmente importante Continua a leggere