Online la Pubblicazione Finale di We The Young People of Europe

Si è concluso ufficialmente lo scorso 31 gennaio  il progetto “We the Young People of Europe. Mirroring the Works of the European Parliament”  promosso dal nostro Centro copertina-we-the-youngstudi, SaraLab e Unisalento e finanziato nell’ambito del programma Erasmus Plus.

Il progetto, che ci ha coinvolti ed entusiasmati per lunghi ed intensissimi mesi, ha portato alla stesura da parte dei partecipanti di 4 Raccomandazioni su tematiche chiave per il futuro dell’Unione Europea.  Continua a leggere

Al via il nuovo progetto “Restorative Circles for Citizens in Europe”

Un conflitto tra valori e visioni del mondo differenti si sta combattendo in Europa; a volte è
locandina-3-immpiù rumoroso, a volte meno. Si tratta della battaglia tra europeisti ed euroscettici.

Mettere tra parentesi le reazioni più immediate e rumorose è però necessario per far emergere le reali ragioni del conflitto, il nocciolo più duro e vero della questione. Quello in corso è, infatti, lo scontro/incontro tra due visioni all’apparenza inconciliabili riguardo al significato della democrazia, ai compiti dello stato e delle istituzioni pubbliche, al ruolo che l’Unione Europea dovrebbe rivestire nel prossimo futuro per tutto il continente e oltre.  Continua a leggere

Time to disseminate: here the Recommendations of #wetheyoung2016

Last week, in the context of the ErasmusPlus (key action 3) “We the Young People of Europe”, 62 YoungMEPs, from five different Countries, mirrored the work of the European Parliament. commitee

They listened, learnt, discussed, reacted to the speeches of our guests (Susanna Cafaro, Laura Ferrara, Alena Carna, Gabriella Falcicchio, Brando Benifei, Daniele De Luca): Members of the European Parliament and experts who talked with us about the topics on which the YoungMEPs were going to prepare their recommendations.  Continua a leggere

Reddito di Dignità Pugliese. Un contributo al dibattito

La garanzia del reddito è un tema importante.red Non è difficile capire quanto il possesso, o l’assenza, di un determinato livello di reddito condizioni le nostre scelte, la nostra indipendenza, la nostra libertà e la nostra dignità. Per usare un’espressione che risale al padre dell’economia, Adam Smith, la nostra capacità di “mostrarci in pubblico senza vergogna”. Continua a leggere

L’insostenibile grandezza del Nord del mondo

di Emanuele Murra

Chi, guardando da bambino ad una mappa del mondo, magari quella appesa nella propria scuola elementare, non è rimasto meravigliato nel vedere quanto grande fosse la Russia? Nei mappamondi “politici”, che caratterizzano ogni stato con un colore diverso, la Russia produce un monocolore da far impallidire il mosaico degli stati europei, ma che non ha rivali neanche nei paesi asiatici che si trovano al suo confine meridionale.

La Russia, una nazione più grande dell’Africa intera! Un’estensione che insieme al Canada e agli Stati Uniti raccoglie praticamente la metà delle terre emerse.

Proiezione di Mercatore in Google maps

Proiezione di Mercatore in Google maps

Forse saranno ora gli adulti a meravigliarsi di aver inconsciamente introiettato sin da bambini un’immagine del mondo completamente sbagliata. Continua a leggere