Young Entrepreneurs in Time of Crisis: giovani, imprese e pandemia.

A partire dal 2020, l’emergenza causata dal COVID-19 ha posto il mondo del lavoro e delle imprese di fronte ad una sfida senza precedenti. Nell’intento di contrastare le evidenti difficoltà sia fisiche (lockdown diffusi) che economiche, si sono resi necessari nuovi strumenti (ad esempio lo smart working) e nuove misure per restare sul mercato (ad esempio l’e-commerce).

Il report Istat “Situazione e prospettive delle imprese dopo l’emergenza sanitaria COVID-19”, che analizza un campione di oltre 90mila imprese nel periodo 16 novembre-17 dicembre 2021, sottolinea come il clima nel mercato del lavoro sia dominato dall’incertezza. Ciò accade nonostante i flebili segnali di ripresa dal periodo acuto della crisi che ci ha colpito. Nella stessa rilevazione, si segnalano circa 12mila imprese che lasceranno il mercato, colpite in maniera irreversibile dalle conseguenze della pandemia. Continua a leggere

Adult Education for Sustainable Living- Educare gli adulti alla sostenibilità

Il 28 marzo 2022 si è svolto a Varsavia il Kick-off meeting del progetto “Adult Education for Sustainable Living”, del quale il nostro Centro Studi è partner insieme a Fundacja Autokreacja (Polonia) e Social Innovation and Cohesion Institute (Grecia).

Il progetto è finanziato nell’ambito del programma Erasmus+, nel settore dell’educazione agli adulti. Continua a leggere

Il monitoraggio civico: vigilare sul futuro dell’Europa

Il 22 aprile scorso, con il Kick off meeting, ha avuto inizio il nuovo progetto di DEMOSTENE Centro Studi: Civic Monitoring for the Future of Europe

Un progetto che vede la nostra associazione partecipare per la seconda volta al programma Europa per i Cittadini, dopo l’esperienza dei Restorative Circles for Citizens in Europe. Ma in questo caso DEMOSTENE Centro Studi non è solo uno dei partner, ma il coordinatore del consorzio che coinvolge anche Mobius Circle, giovane associazione ambientalista salentina, e altri cinque partner da altrettanti Paesi europei (Croazia, Francia, Grecia, Polonia, Portogallo). 

Partecipare alla selezione per il programma Europa per i Cittadini è stata per noi un po’ una scommessa, vista la difficoltà di approvazione di progetti in questo programma (intorno al 5%). Una scommessa però ampiamente vinta, visto che il nostro progetto di monitoraggio civico – su 571 presentati in tutta Europa – si è piazzato ottavo sui trentatré approvati!

Ma cos’è il monitoraggio civico, e perché è così importante per il futuro dell’Europa? 

Continua a leggere

Building Intercultural Competences: Dibattito sulle competenze interculturali

In che misura l’interculturalità influenza la nostra mente? Le persone hanno percezioni, stereotipi e aspettative diverse sul mondo che ci circonda; queste inevitabilmente influenzano i nostri atteggiamenti e i nostri comportamenti. Ne parleremo il 25 febbraio alle 17.00. Durante l’evento ci confronteremo sull’importanza di sviluppare competenze Interculturali per comprendere e gestire l’interculturalità nell’ambiente di lavoro. Ascolteremo varie testimonianze tra cui quella di Adelaide Strada, cooperante che da oltre 10 anni lavora con ONG in Paesi in Via di Sviluppo. Per accedere all’Evento basta cliccare su questo link https://join.skype.com/kzJLoDbZKRXc 

Disponibile la Piattaforma Click Clever

La Social Education “è l’educazione necessaria per abitare in modo corretto, sicuro, felice e senza rischi, l’ambiente dei social network” (Rosa Giuffrè). E’ un concetto che si riferisce soprattutto agli adulti o in maniera più precisa, al Tardivo Digitale (o immigrato digitale), espressione coniata da Marc Prensky, scrittore statunitense, consulente e innovatore nel campo dell’educazione e dell’apprendimento.

Il tardivo digitale”, è una persona cresciuta senza tecnologia e che la guarda tutt’oggi con diffidenza e/o manifesta un senso di inadeguatezza nell’uso delle nuove tecnologie. Continua a leggere